lunedì 16 settembre 2013

… e Stefano Rodotà rimase in attesa di UT “Il suono”

Capita che Pier Giorgio Camaioni vada a Modena per il Festival della Filosofia (non è vero che “capita”, ci va sempre) e che si imbatta in una lectio magistralis tenuta niente meno che da Stefano Rodotà. Capita anche che non potendo parlarci subito (Piazza Grande stracolma e solo posti in piedi), Pier Giorgio lo attenda vicino alla postazione di “Fahrenheit”, Radio3, un cult. Così, dopo l'intervista radiofonica, il
nostro inviato speciale ha avvicinato uno dei maggiori giuristi italiani e gli ha parlato di UT. Dal dire al fare, il passo è breve. Il professore gli ha chiesto sommessamente di poter vedere un numero della rivista. Niente da fare però, l'ultimo era stato consegnato il giorno prima, brevi manu, a Philippe Daverio. Nessun problema. Il numero di UT, quello che ha per tema il Suono, in uscita sabato prossimo, glielo recapiteremo direttamente a casa, perché il professore, cordialissimo, a Pier Giorgio Camaioni ha fornito senza battere ciglio, l'indirizzo della sua abitazione. Allora, se nel titolo di questo post scriviamo che “Rodotà è in attesa di UT Il suono”, diciamo il vero oppure no? A breve altre novità. 

PS. Sulla foto è stata montata la dedica che il professor Rodotà ha voluto fare a UT mentre, al centro, sullo sfondo, è visibile un altro pezzo da novanta: Massimo Cacciari.

Nessun commento:

Posta un commento