lunedì 29 settembre 2014

“Pe sempe”. La Napoli che c'era la Napoli che c'è nelle canzoni di Anna Crispino

Dice Anna Crispino: “Tutto è per sempre se vissuto intensamente. Un incontro sincero, autentico è per sempre”. Un progetto cullato venti anni, e senza essere Alexandre Dumas, merita una conclusione nobile: un CD, una interprete, musicisti, arrangiamenti e canzoni che sono entrate ormai nell'album dei classici senza tempo, “Pe sempe” appunto. Anna Crispino, cantante di Napoli che vive Napoli nel profondo dell'anima, è riuscita a rendere attuale un modo di concepire le canzoni che il tempo nobilita sì, ma spesso impolvera. Il risultato, quindi, è un soffio d'aria fresca che la voce di Anna Crispino rende una folata di vento impossibile da imprigionare in una scatola, destinata com'è a volare su mari e cime, distese verdi e deserti.
“Pe sempe” è un progetto curato da Daniele Sinigallia con la supervisione di Riccardo Sinigallia. Non è una operazione commerciale fine a se stessa ma diventa supporto di solidarietà per l'”Opera Mariana del Samaritano Onlus”, una associazione che opera quotidianamente a supporto delle madri sole con bambini, gestanti e, più in generale, per le donne in difficoltà. Il gruppo dei musicisti che affianca Anna Crispino in questa operazione, è composto da Sergio Colicchio al pianoforte (che è anche l'arrangiatore di tutti i brani), Cristiano Stocchetti al sax, Federico Di Maio alle percussioni, Daniele Sinigallia e Maurizio Loffredo alle chitarre.
Le sette perle d'autore che compongono l'album di Anna Crispino sono, “Maruzzella”, scritta nel 1954 da Renato Carosone e Enzo Bonagura; “Senza voce”, “Cu mme” e “Donna” (omaggio personale e immancabile a Mia Martini), scritte da Enzo Gragnaniello; “Chi tene 'o mare”, datata 1979, scritta da Pino Daniele; “Indifferentemente”, altro classico della canzone napoletana, scritta da Mazzocco e Martucci nel 1963, per finire con “Pe sempe”, la hit di Mauro Caputo che Anna Crispino ascoltava dalla voce del padre. E una perla fra le perle, una presenza da guest star, è sicuramente quella di Carlo Delle Piane che, smessi per lo spazio di una canzone gli abiti dell'attore, si cimenta vocalmente in duo, in “Cu mme” di Gragnaniello. Carismatica, la presenza di Delle Piane che ha messo a disposizione la sua arte per un lavoro sottile, delicato e armoniosamente sofisticato.


Il CD di Anna Crispino, lontano dall'essere un lavoro complicato, si porta appresso il gusto tutto napoletano per le armonie e le melodie “liriche”. Perfino nei brani più moderni, la struttura delle canzoni spicca per raffinatezza espressiva e quel fascino d'impatto immediato che ne hanno fatto la fortuna nel mondo. La canzone napoletana è viva e riesce a emozionare come sempre. La riprova? Ascoltate “Pe sempe”.

Presentazione del CD “Pe sempe” di Anna Crispino – Organizzazione: Amici di Civita - Martedì 30 settembre 2014 – Sala Gianfranco Imperatori – Piazza Venezia, 11 – Roma - Ore 19.00

Intervengono:
Anna Crispino, Sergio Colicchio (pianoforte), Cristiano Stocchetti (sax), Federico Di Maio (percussioni).


Ospiti: Carlo Delle Piane, Mimmo Liguoro, Massimo Consorti

Nessun commento:

Posta un commento