sabato 18 luglio 2020

Ripatransone: L’Area Camper diventa “Terra di Nessuno” *


 *Niente foto, così potete illudervi che è tutto inventato

        Aspettando la guerra Ripa si attrezza a difendersi, ma lo fa meglio dei borghi vicini, disponendo di amministratori dai cervelli che friggono sapere e furbizia. Infatti, spendendo niente, trasforma la dimenticata Area Camper, giù ad est fuori le mura, in provvidenziale “Terra di Nessuno”, dove i nemici invasori, dal mare in risalita su per le colline, saranno ingannati e ci resteranno secchi, decimati dall’artiglieria, dai fucilieri nascosti nella boscaglia circostante, dalle frecce incendiarie scoccate con traiettoria discendente dall’alto del paese...

       Intanto però oggi a restarci secchi sono gli affaticati camperisti che risalgono fiduciosi la “Cuprense” (scansando avventurosamente i nostrani piloti che - impuniti - qui corrono come matti): dell’Area Camper di Ripa infatti - segnalata su ogni cartina-PleinAir e annunciata dai navigatori - i poveretti ignorano il (segreto) “cambio di destinazione”. Potrebbero solo sospettare qualche perfido trucco all’ingresso: là dentro, nell’angolo in fondo, s’intravede quel camper (civetta?) solitario, quasi mummificato come il corpo della signora Bates in Psyco…
Non un’anima viva intorno…

       Poi tutto appare chiaro: il brutto cancello ruotante che basta una spinta per aprirlo, la fatiscente palizzata in legno che pare finta (apposta per essere facilmente scavalcabile dagli invasori nemici) ormai ingoiata da rovi e sterpaglie, il pozzetto di scarico affondato e probabilmente defunto, le colonnine elettriche pericolose (fatiscenti, storte, avvolte dalle erbacce), le prese d’acqua asciutte da anni… Al centro, l’arida radura per indiani persi dall’erba secca facilmente incendiabile giusta per arrostire i nemici, meno per il camperista lumbard smanioso di frescura. Ai bordi occorre il macete. Ah, ci saranno abbastanza topi vipere cinghiali lupi… le gioie dei camperisti? Qua di notte sarà buio pesto?


       Ma le cose non sono mai come sembrano. Infatti, che dell’ex  Area Camper Ripana restino solo abbandono e cartelli di ruggine è solo una ben calcolata finzione teatrale: serve a mascherare questa Terra di Nessuno che oggi si limita a scacciare i troppo parsimoniosi camperisti e domani, finalmente, adescherà i temibili nemici di Ripa in una trappola perfetta.


PGC - 16 luglio 2020

Nessun commento:

Posta un commento