mercoledì 13 gennaio 2021

BELLANOVA "BOSSANOVA"


 

 

 

 

 

 

 

 

 

               “ Oh come balli (parli) male bella bimba
               bella bimba, bella bimba
               Ma come balli (parli) male bella bimba
               bella bimba balli (parli) mal!”   

 
        Si sa che negli assalti alla diligenza tutti sono in ballo, ma la nostra Ministra delle Politiche Agricole costretta dal suo padrone a ballare la bossanova è sempre in affanno. Balla - parla - male.

        Non sarebbe più adatta, la “vilanella” Bellanova (“che pure non fa inamorar…”), a un ruspante valzerotto o a una tarantella campagnola?

        La bossanova è un ballo troppo raffinato per la rozza ITALIA [PIU’ MORTA CHE] VIVA: occorrono eleganza, fantasia, leggerezza, senso del ritmo (medio-lento), anche pazienza e un po’ di jazz… Senza, non è bossanova. Quell’incedere (dialettico) incalzante, le improvvise angolazioni, i muscoli vibranti e minacciosi, i registri troppo forti e i rabbuffi non servono. Mica balli/parli coi lupi.

        Neanche nel repertorio di Orietta Berti ci sono bossanova, ma orecchiabili e innocue canzoni popolari che le hanno portato visibilità e successo (come MA COME BALLI BENE BELLA BIMBA)

        Per fortuna domani il martellante stronzismo guerriero della ministra Bellanova-poco-bossanova, anzi del duo B&B Bellanova & Bonetti, si archivierà da solo. Ma poiché al peggio non c’è mai fine, c’è la probabilità di trovarci “rimpastati” con una ministra pure lei di serie B (come Boschi, poveri noi) senz’altro più sciolta a ballar la bossanova - con tacco 12 - al comando dell’Innominabile affetto da cirrosi mentale.  
 
 
PGC - 11 gennaio 2021

Nessun commento:

Posta un commento