mercoledì 2 gennaio 2019

Metti un tigre nel Comune

Mostra di Mario Vespasiani Le cinque tigri mistiche 

Ripatransone 
One Lab Contemporary
23.12.18 20.1.19


         Chissà se balena anche nellimmaginario pop di qualcun altro, ma come entro in Galleria [One Lab Contemporary] mi torna in mente in un flash quel famoso e fortunato slogan della Esso anni 60. Certo, una tigre a Ripa te la puoi immaginare al massimo incontrando un solitario gattone fra la sterpaglia delle Fonti”… Figurati cinque. Qui non è il loro ambiente.

        Per Mario Vespasiani invece è facile: lui le tigri, con sprezzo del pericolo, le dipinge. Nel suo studio ne ha addirittura cinque, in questi giorni. Niente gabbie o sbarre o stupidi giochi al grido del domatore. Le cinque tigri se ne stanno buone ma vigili lungo i muri, pensose. Ti guardano con insistenza, con quella faccia un po così, quellespressione un po così

Magnifiche come lo sono tutte le tigri, ma queste di più, mica sono fotografie. Le senti vive, quasi fossi in Africa. Ti sposti e loro ti seguono con lo sguardo, e se provi a sostenerlo i tuoi occhi vanno in tilt, quasi in fuori-fuoco. Non trovi neanche strano che alcune di loro abbiano doppi occhi!

        Mario attinge alla fantasia come farebbe un bambino ma con ispirazione e mestiere dartista: così ecco i due occhi in più, e quei musi di tigre (meglio sarebbe dire volti) irradiano allinfinito forza e poesia, passione e mistero, amore e timore, paura e sogno

      Tecnicamente si potrebbe dire che lartista ha prodotto un immagine aumentata. Ed è linvenzione che caratterizza la mostra, ti avvicina al misticismo di cui la tigre è portatrice ab antico, al simbolismo delle cinque tigri mistiche protettrici dellordine spaziale e dominatrici del caos.

        E comunque la tigre non devi spiegarla, anche un neonato sa cosè. Metafora universale e vincente, lo era perfino in quellindimenticata pubblicità di Carosello, bucava lo schermo, piaceva anche alla tua macchina. 

        E piacerebbe a quella del Comune, qui a Ripa, bisognoso con urgenza di un tigre nel suo motore.


PGC - 31 dicembre 2018


Nessun commento:

Posta un commento