martedì 20 marzo 2018

Massimo e le sigarette

Se le faceva da solo.
Quand'era ora - era sempre ora - 
estraeva, in sequenza,
tutto l'armamentario dal tascapane
e la costruiva con gesti da orologiaio.
Con calma, in un attimo.
Mica mi sarei sorpreso
se invece della sigaretta (un po' acciaccata)
fosse sbocciato un giovane piccione.

PGC - 19 marzo 2018


Nessun commento:

Posta un commento